Pubblico-Privato: l’esperienza virtuosa dell’Ospedale “Salus” di Ferrara

La collaborazione tra sanità pubblica e privata ha funzionato perfettamente e con piena soddisfazione di tutti gli attori coinvolti. Ha certamente migliorato la relazione con i vertici degli Ospedali Pubblici e con la Regione ed è stato un ulteriore passo avanti nell’efficienza/tempestività del servizio erogato ai cittadini fornito dall’intero sistema sanitario regionale.”

Con queste parole il dott. Lino Riemma, presidente provinciale Aiop Ferrara e Amministratore Unico di Casa di Cura Salus, ha illustrato i risultati positivi – insieme alle opportunità per il futuro – della collaborazione tra l’Ospedale Privato Accreditato Salus di Ferrara e le Aziende ospedaliere pubbliche della Provincia di Ferrara.

Gli accordi di collaborazione tra l’Ospedale Salus e l’Azienda USL di Ferrara, gli Ospedali di Cento e del Delta e l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara sono stati siglati nel novembre 2020, nel pieno della seconda ondata pandemica, quando la Sanità pubblica ha dovuto far fronte alla carenza di personale di supporto, in particolare di anestesisti ed infermieri, per le attività chirurgiche.

Tale “partnership” Pubblico-Privato ha consentito la realizzazione di un totale di 1.122 interventi chirurgici di cui 131 nel 2020, 848 nel 2021 e 143 nei primi 3 mesi del 2022.

Ma cosa ne pensano i pazienti della collaborazione tra pubblico e privato?

Nell’intervallo di tempo tra il 24 settembre e l’8 novembre 2021, l’Ospedale Privato Accreditato Salus – aderente ad AIOP Emilia-Romagna – ha distribuito ai pazienti provenienti dall’Azienda Universitaria di Ferrara un questionario di gradimento al termine del loro ricovero.

Su un totale di 96 questionari, il 96,67% ha dichiarato una piena soddisfazione per l’esperienza in Salus, mentre l’1,66% l’ha giudicata carente.

I dati raccolti hanno registrato una piena soddisfazione dell’esperienza in entrambe le fasi: nessuno dei pazienti ha giudicato carente la chiarezza e gentilezza ricevuta nel contatto telefonico del pre-ricovero e il 91,67% ha apprezzato l’accoglienza ricevuta durante il ricovero in reparto.

I vantaggi della collaborazione tra la Sanità pubblica e privata

L’esperienza condotta dall’Ospedale privato Salus di Ferrara dimostra come la collaborazione tra Pubblico e Privato possa essere vantaggiosa per tutti gli attori coinvolti, nonostante alcune difficoltà a livello economico e organizzativo.

La collaborazione con i chirurghi pubblici rappresenta infatti un fattore di crescita e confronto per il reparto post-operatorio nella struttura privata, favorisce la rapidità nella gestione dei pazienti e permette lo sviluppo di nuove collaborazioni e relazioni umane.

La partnership crea dei vantaggi reciproci: ad esempio, instaurare una collaborazione sulle attività di Day Surgery non limita le attività “core” della struttura privata e può portare in futuro a coprire ulteriori necessità pubbliche.

L’esperienza positiva dell’ospedale ferrarese si è realizzata in altre ASL con altrettanti risultati benefici, come sottolinea il presidente AIOP Emilia-Romagna, Luciano Natali, da sempre a sostegno della collaborazione tra pubblico e privato.

In conclusione, il dott. Riemma, Amministratore Unico del Salus di Ferrara, afferma:

L’esperienza condotta avvalora quanto sia errata la contrapposizione, ancora oggi diffusa, tra ospedalità pubblica ed ospedalità privata accreditata, privilegiando il ruolo della prima a discapito della seconda, senza invece considerare i reciproci punti di forza. Questi, se integrati, potrebbero risultare ancora più efficaci nel generale soddisfacimento dei bisogni di salute della popolazione, come si è verificato già in Emilia-Romagna.

Auspichiamo che questa esperienza possa non limitarsi al solo momento di emergenza, ma che possa riprendere quanto prima ed essere, nel principio di collaborazione, la soluzione a problematiche relative alle liste di attesa di specialità, come chirurgia generale, urologia e ortopedia minore”.

 

 

 

Recent Posts

Leave a Comment