Il Prof. Pansini al Convegno “Problematiche femminili nella seconda parte della vita. Quali soluzioni?”

Il Professor Saverio Francesco Pansini, Responsabile del “Centro Menopausa-Osteoporosi” dell’Ospedale Privato Accreditato Casa di Cura Salus, sarà fra i relatori del convegno “Problematiche femminili nella seconda parte della vita. Quali soluzioni?“, in programma Venerdì 23 Settembre al Savoia Hotel Regency di Bologna.

Questa l’introduzione del Convegno, a cura della Dott.ssa Stefania Alfieri.

Diceva Seneca: “Una donna non è colei di cui si lodano le gambe, le braccia, ma quella il cui aspetto complessivo è di tale bellezza da togliere la possibilità di ammirare le singole parti!

La donna, il cui ruolo è da sempre incentrato sulla procreazione appare oggi sempre più proiettata verso altri spazi ed obiettivi, chiamata a misurarsi con il successo personale e professionale,oltre che con la seduzione, la sessualità, la famiglia. Cos’è cambiato nella psiche femminile, nei comportamenti amorosi e sessuali: quali sono le sue aspettative?

Se è vero che “la bellezza salverà il mondo”, saremo in grado noi ginecologi di conquistare una parte di merito nell’aver  contribuito alla ”salvezza” di questo nostro pianeta così instabile? In questa giornata affronteremo problematiche quali il mai risolto rapporto tra salute e benessere fisico e quindi tra salute ed estetica, finalmente ricominceremo a parlare senza sensi di colpa di trattamenti per la menopausa. Questo argomento sarà trattato da colleghi che si sono conquistati nel corso degli anni merito e fama.

In passato i due valori, benessere e bellezza sono stati troppo spesso contrapposti: se si voleva migliorare l’uno spesso si doveva rinunciare all’altra, e viceversa. La scelta antitetica corrispondeva ad un pregiudizio moralistico molto radicato “se bella vuoi apparir…” . Il cambio radicale di approccio verificatosi negli ultimi anni è merito anche della medicina moderna che ha capovolto questo assioma.

Nessun professionista della cosmetologia o medico estetico potrebbe mai sacrificare sull’altare di un presunto miglioramento esteriore un benché minimo danno alle donne. Anzi forse oggi è acquisita la convinzione che ciò che è sgradevole, secondo i nostri parametri, all’occhio, è anche un problema di salute. L’obesità è tra gli esempi che vengono naturalmente alla mente,ma in modo più esteso anche tutte le alterazioni dei tessuti nobili genitali e no.

Con questo spirito vorremmo affrontare i temi biologici e clinici che il congresso ci presenta sul tema della MENOPAUSA che è un argomento difficile perché rappresenta un momento critico nella vita della donna Storicamente, infatti, a questa fase fisiologica della vita della donna è stata associata una sorta di beatificazione della terapia ormonale sostituiva (TOS): la stessa terapia è stata successivamente demonizzata, creando confusione e danno interiore a tanta parte dell’universo femminile.

Schermata 2016-08-08 alle 17.28.07

Schermata 2016-08-08 alle 17.27.56

Recommended Posts