DISTURBI del comportamento alimentare

Che cos’è un Disturbo del Comportamento Alimentare

Tutti possiamo avere nel nostro stile alimentare aspetti peculiari ma quando questi elementi divengono tali da compromettere la salute, la qualità della vita e dei rapporti sociali, dobbiamo pensare ad una patologia vera e propria cioè ad un Disturbo del Comportamento Alimentare .
I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) sono disturbi che non riguardano solo lo stile alimentare ma che coinvolgono pensieri ed emozioni legate all’alimentarsi e al proprio corpo.
La caratteristica principale di tali disturbi è una modificazione del consueto comportamento alimentare; questo è solitamente associato ad altri comportamenti o preoccupazioni derivanti da un’eccessiva preoccupazione per il proprio peso, le proprie forme corporee e il controllo dell’alimentazione. L’autostima è eccessivamente influenzata dal proprio peso e della proprie forme corporee e spesso la persona tende a sovrastimare il suo peso, vedendosi più grassa di quanto non siao proponendosi obiettivi molto ambiziosi che si collocano nell’area del sottopeso.

I Principali Disturbi del comportamento alimentare

Anoressia

Caratterizzata da sottopeso, a volte molto grave, come conseguenza di ipercontrollo alimentare e focalizzazione sulla magrezza. È una patologia complessa, che altera profondamente la qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie.

Bulimia

Caratterizzata da presenza di perdite di controllo sul cibo, associate a metodiche di compenso come digiuno o pratiche evacuative per evitare l’aumento di peso. Condivide con l’anoressia la preoccupazione per la forma fisica e il desiderio di magrezza.

DAI

Il Disturbo da Alimentazione Incontrollata, chiamato anche Binge Eating Disorder, è caratterizzato da presenza di abbuffate che non sono seguite da metodiche di compenso e quindi è accompagnato in genere da una condizione di sovrappeso o obesità.

Night Eating Syndrome

E’ caratterizzata da episodi di alterata introduzione di cibo durante la sera o durante i risvegli notturni. I pazienti hanno consapevolezza degli episodi di iperfagia notturna, non vi sono alterazioni dello stato di coscienza e non hanno altri disturbi del sonno

Destinatari

• Persone che soffrono di Anoressia nervosa

• Persone che soffrono di Bulimia nervosa

• Persone che soffrono di Disturbo da Alimentazione Incontrollata (Binge Eating Disorder)

• Persone che soffrono di Night Eating Syndrome (alimentazione notturna)

Quali sono i campanelli d’allarme di un Disturbo del Comportamento Alimentare

Tra i principali campanelli d’allarme a cui prestare attenzione troviamo:
• Preoccupazioni eccessive legate al peso e alle forme corporee;
• Comportamenti inadeguati per il controllo del peso;
• Variazioni nel tono dell’umore e nelle relazioni sociali;

Alcuni esempi di preoccupazioni o comportamenti legati al corpo e all’alimentazione osservabili in una persona con disturbo dell’alimentazione sono:

• l’estrema preoccupazione per il peso (paura di ingrassare o desiderio di dimagrire);
• insoddisfazione corporea (sentirsi grassi) e\o di percezione corporea (vedersi grassi anche quando si è in normopeso);
• atteggiamenti alimentari alterati: disordine alimentare, abbuffate o al contrario dieta rigida (salto dei pasti, selettività nel cibi, drastica riduzione delle porzioni);
• l’attività fisica eccessiva e compulsiva (sensi di colpa se non si segue il proprio piano di allenamento)
• comportamenti non salutari per il controllo del peso (es. vomito auto-indotto, uso improprio di lassativi e diuretici)

Inoltre sono spesso presenti variazioni del tono dell’umore (depressione, ansia, irritabilità) e tendenza al ritiro sociale (isolamento, riduzione delle occasioni di contatto con i pari, intensificazione dello studio).

Questi sono solo alcuni indicatori di disagio che da soli non consentono di fare una diagnosi. Per una diagnosi è opportuno rivolgersi ad un centro specialistico. Fra i più comuni disturbi alimentari troviamo l’Anoressia Nervosa (AN), la Bulimia Nervosa (BN) e il Disturbo da Alimentazione Incontrollata (DAI).