Attivato il nuovo Ambulatorio Antalgico – Terapia del Dolore presso l’Ospedale Privato Salus

All’inizio di una malattia, durante il suo decorso, così come in caso di molteplici procedure diagnostiche e/o terapeutiche, il dolore è un sintomo trasversale e frequente ed è fra tutti il sintomo che più impatta sull’integrità fisica e psichica del paziente e più angoscia e preoccupa i suoi familiari, con un notevole impatto sulla qualità della vita.

Inevitabilmente il dolore è un’esperienza soggettiva che richiede un approccio individuale. All’interno dell’Ospedale Privato Salus da maggio 2017 è attivo un Ambulatorio Antalgico che va ad ampliare l’offerta della struttura per la promozione della salute e del benessere dei cittadini.

Ambulatorio-ospedale-salus

Il dott. Michele Veronesi, responsabile dell’Ambulatorio, risponde a tre brevi domande per comprendere meglio in cosa consiste il servizio e a chi è rivolto.

  1. Quali patologie vengono trattate presso l’Ambulatorio Antalgico?

L’ambulatorio è rivolto a tutte le persone che abbiano dolore, di qualsiasi origine, sia benigna che di origine neoplastica. Vengono trattati principalmente:
dolori benigni nell’anziano da artrosi (ginocchio-anca), anche in soggetti già sottoposti ad interventi ortopedici, nei quali persista il dolore; dolori lombari, lombosciatalgici, da stenosi del canale spinale ed ernie del disco;
dolori alla spalla, al gomito;
dolori da Herpez Zoster, spesso sottovalutati, ma che creano grande disabilità;
dolori in pazienti amputati (dolore del moncone e da arto fantasma); dolori alle gambe in soggetti con vasculopatia cronica e/o diabete.
Altra patologia trattata, di relativamente recente introduzione, è la Fibromialgia, che affligge soprattutto donne in età ancora molto attiva.

Nondimeno vengono trattati i dolori di origine tumorale anche e soprattutto in fase avanzata della malattia, in quanto inizialmente la gestione appare controllata da oncologi e medici internisti.

  1. Quali trattamenti vengono proposti?

Il servizio nasce da una mia personale convinzione che perseguire l’obiettivo di una terapia multimodale farmacologica mirata, gestita per via non invasiva (orale – transcutanea), consenta un controllo soddisfacente del dolore nella grande maggioranza dei pazienti.
I trattamenti invasivi che si possono proporre ai pazienti sono: infiltrazione punti triggers; più raramente
infiltrazioni articolari; blocchi di nervi periferici e infiltrazioni peridurali.

  1. Come si svolge il percorso di terapia del dolore?

Al primo incontro si stabilisce la fiducia tra medico e paziente: purtroppo quest’ultimo spesso afferisce al medico che si occupa di dolore in fase molto avanzata della propria sintomatologia, dopo avere consultato specialisti diversi, tra i quali reumatologi, ortopedici, fisiatri, oncologi, che, pur identificando con precisione la causa del dolore, hanno mezzi insufficienti per alleviare in modo tollerabile il dolore stesso.

Il paziente viene valutato “in modo totale”: viene sottoposto a colloquio approfondito, visita fisica, valutazione del proprio stato psicologico in riferimento al dolore ed alle conseguenze delle proprie limitazioni.
Vengono valutati esami già richiesti dai colleghi.

Si prescrive da subito una prima terapia che inizi il percorso di miglioramento; eventualmente vengono richiesti esami aggiuntivi per approfondire la diagnosi o valutare l’evoluzione di patologie già diagnosticate.
Fondamentale per il sottoscritto è lo stretto rapporto con il Medico di base delle persone trattate: pur nella frequente iniziale diffidenza dei colleghi Medici di famiglia di fronte alle terapie specialistiche antalgiche prescritte, mi sono reso conto che la condivisione tra colleghi è fondamentale per garantire una maggiore aderenza alla terapia da parte dei pazienti, quindi un più rapido miglioramento della qualità della vita ed il trattamento precoce di recidive acute.

Ulteriori informazioni sugli orari dell’ambulatorio e sulla prenotazione di visite possono essere reperite presso l’accettazione dell’Ospedale, telefonando al numero 0532 207472 o scrivendo ad accettazione@salusferrara.it.

Recent Posts