Ambulatorio ginecologico per la Menopausa-Osteoporosi-Densitometria

Prof_PansiniLa Casa di Cura Ospedale accreditato Salus di Ferrara, ha di recente attivato un “Ambulatorio ginecologico per la Menopausa-Osteoporosi-Densitometria” affidato al Prof. Dr. Francesco Saverio Pansini, ginecologo e consulente clinico per la menopausa e osteoporosi, specialista in patologia della riproduzione (già direttore del “Centro di Servizio e Ricerca per lo studio della Menopausa e Osteoporosi” dell’Università degli Studi di Ferrara e attualmente membro del North American Menopause Society, NAMS, e docente Inc. presso l’Università di Siena).

L’Ambulatorio è soprattutto rivolto alla popolazione femminile, ma anche alla popolazione maschile per quanto riguarda le problematiche connesse all’osteoporosi.

Presso l’Ambulatorio è possibile effettuare Visite/Consulenze per Osteoporosi o per Menopausa (con/senza visita ginecologica e con/senza densitometria).

In generale, l’attività è mirata:

  1. Alla valutazione clinica e ginecologica dei disturbi, problematiche e rischi connessi alla Menopausa e al Climaterio femminile particolare fase
  2. della vita della donna tra i 45 e 55 anni. A tale scopo l’Ambulatorio si avvale dell’esperienza clinica del Prof FS Pansini, esperto riconosciuto nella diagnosi e terapia dei disturbi e problematiche climateriche (vampate, sudorazioni, palpitazioni, secchezza vaginale e disturbi della sfera sessuale) e nella prescrizione personalizzata di “ormoni bioidentici”, fitoterapici o farmaci finalizzati al “restoring” endocrino-metabolico, quando necessario. E’ possibile eseguire una Consulenza per la Menopausa con o senza visita ginecologica (se già eseguita negli ultimi 6 mesi);
  1. Alla diagnosi, prevenzione e terapia dell’Osteoporosi (sia femminile che maschile). A tale scopo il Centro dispone anche di un Densitometro DXA di ultima generazione. La densitometria viene eseguita come ausilio clinico nell’ambito della Visita/consulenza per l’Osteoporosi. Per ogni paziente infatti vengono prima raccolti i dati clinici per la presenza di eventuali patologie che possano favorire l’insorgenza dell’osteoporosi, prescritti e poi valutati gli esami emato-chimici specifici del metabolismo osseo, calcolato il “rischio di frattura a 10 anni” secondo il sistema FRAX®, in collaborazione on-line con l’Ospedale di Scheffield (UK) autorizzato e incaricato dall’OMS per il calcolo computerizzato del rischio. La valutazione della densità ossea è essenziale per il calcolo del rischio di frattura unitamente ai dati clinici consentendo anche di fare diagnosi di osteoporosi/osteopenia/normalità in base degli indicatori numerici del contenuto minerale osseo, T-score e Z-score. Solo in tal modo è possibile impostare un piano preventivo-terapeutico appropriato e personalizzato che viene rilasciato al paziente al termine della visita, comprendente, oltre eventuale prescrizione terapeutica osteoprotettiva (se presente osteoporosi), anche appropriati consigli alimentari e di attività fisica aerobica ed anaerobica finalizzati all’osteoporosi. In caso di insufficienza, carenza o deficit del livello ematico della Vitamina D viene determinata la dose terapeutica e di mantenimento di Vitamina D3 (colecalciferolo) da assumere. Tale dose è stabilita individualmente in base al peso, al livello attuale della vitamina D e al target ottimale di salute della Vitamina D che si desidera raggiungere;
  1. Inoltre, presso l’Ambulatorio è possibile eseguire prelievo citologico cervicale per l’esecuzione del PAP test e/o dell’HPV test per la prevenzione del carcinoma del collo dell’utero.

 

Recommended Posts